» » Lavorare fino a tardi è da furbi?

Lavorare fino a tardi è da furbi?

pubblicato in: Blog | 0

Lavorare fino a tardi o non lavorare fino a tardi?

Sono le 9.15 e sono 40 minuti che il tuttologo Vincent sta discutendo con Gianna del pagamento del bollo auto. Come se niente fosse lui alza il tono per far sentire che lui sa, non importa se l’azienda lo paghi per fare altro. Come in ogni conversazione a carattere generale anche questa interessa ai colleghi Ciccio e Francesco che insieme ai due hanno formato un gruppetto di lavoro discutendo di tipo di inquinamento, cavalli fiscali e anno di immatricolazione. Per molti il tempo passa così, durante le 8 ore lavorative.

Io non ce l’ho mai fatta, non riuscivo a ‘sprecare’ il tempo e non ci riesco oggi. Se un giorno ho meno lavoro –per fortuna raramente- piuttosto che scaldare la sedia vado a fare qualcosa che mi piace. Ho molte passioni, molti amici da vedere e pochi decenni da vivere.

Quando però ero costretto a ‘fare le otto ore’ e avevo anch’io molti tempi morti, mi organizzavo per cercare di fare qualcosa di utile ma raramente mi perdevo in chiacchiere e molto difficilmente mi trattenevo in azienda dopo l’orario d’ufficio.

Il mio capo sosteneva che sbagliavo perché, secondo lui, era proprio dopo l’orario di ufficio il momento migliore per sviluppare le pubbliche relazioni in azienda.

Forse sbaglio io, forse dovrei lavorare in nord Europa. In Danimarca, per esempio, dove lavorare fino a tardi fa una brutta impressione su capi e colleghi come ci ricorda Stefan Lupberger su Business Insider.

lavorare fino a tardi

Il danese stacca alle 16 e comincia comunque come molti di noi alle 8. Il danese medio lavora circa 33 ore alla settimana ma le lavora.

E l’italiano medio?

Non lo so, di sicuro ha almeno 40 ore da trascorrere al lavoro.

Ma allora, lavorare fino a tardi è da furbi?

Dipende.

Se si ha da fare può capitare di fermarsi fino a tardi ma ci sono anche molti altri buoni motivi.

 

 

7+3 buoni motivi per cui bisogna lavorare fino a tardi

  1. se sei il CEO, un top manager o il titolare dell’azienda
  2. se il lavoro è male organizzato
  3. se c’è una scadenza importante
  4. se fai i turni e inizi tardi
  5. se hai un’amante nella stessa azienda
  6. se non sai gestire il proprio tempo
  7. se hai trascorso tutto il giorno a chiacchierare con i colleghi
  8. se sei uno sfigato senza nessuno che ti vuole bene (aggiunto da F.M. che non vuole essere citato)
  9. se devi fare vedere all’amministratore che sei sempre l’ultimo a lasciare l’azienda (sempre aggiunto da F.M. e sottoscritto da Gerry)
  10. se … (dillo tu!)

In tutti gli altri casi, credo sia bene dedicarsi anche a sé stessi, alla famiglia, allo sport, alle proprie passioni, ad altri lavori, al sonno, alla cucina…

Oggi lavoro in proprio e ancora cerco di non lavorare fino a tardi ma può capitare. Cerco di farmi bastare le mie 9-10 ore al giorno delle quali 6 vanno allo stato…

Lavorare fino a tardi o no?

Se serve si, altrimenti stare in ufficio fino a tardi per cercare di ottenere qualcosa può essere controproducente soprattutto quando hai passato gran parte della giornata a cazzeggiare.

ps:

 

Lascia una risposta