» » Il mio ritorno a Facebook

Il mio ritorno a Facebook

pubblicato in: Blog, marketing | 0

Un anno fa circa sono stato a scroccare una cena nel quartier generale di Facebook al n.4 di Gran Canal Square (leggi qui se ti interessa). Quest’anno sono tornato per vedere se a pranzo si mangia meglio.

Scherzi a parte, tornare tra gli uffici di Facebook fa sempre molto piacere, oltre ad essere utile per il lavoro naturalmente.

Quest’anno il nostro lavoro sui social è aumentato in modo esponenziale ma è cambiato molto. La crescita e gestione delle fanbase non è più gratuita come qualche anno fa. Facebook sta mungendo la cash cow in modo pesante e ci impone di lavorare bene attraverso strumenti come il Business Manager, lanciato in sordina nel 2014 solo per il mercato americano ma ora diventato un tool essenziale per i markettari.
Parlerò un’altra volta dei nuovi strumenti, oggi voglio solo riportare un concetto molto enfatizzato in Facebook:

What’s your story?

L’aspetto che più mi piace conoscere nelle aziende -e nelle persone- è la loro storia. Capire le origini non è una curiosità morbosa ma un aspetto fondamentale del business plan.

Al sesto piano del building di Facebook un’area è dedicata ad aziende che hanno sviluppato il business grazie alla piattaforma e sono attive 3 postazioni infografiche che spingono su questo aspetto.

La prima: Facebook story

facebook story

Un multi-display ricorda la storia di Facebook Inc dal 2004 con tutti i principali sviluppi negli anni tra cui:

  • 2006: apertura a tutti di Facebook
  • 2011: lancio del Messenger e della Timeline
  • 2012: Instagram
  • 2014: Oculus e Whatsapp

La seconda: Facebook Worldmap

Una cupola interattiva ci da le principali informazioni del numero di utenti connessi tramite Fb.
Cliccando sull’Italia abbiamo 32 MILIONI di utenti attivi al mese.

La terza: Facebook users

Un contatore in tre secondi ci spara a 2,8 MILIARDI di utenti mensili attivi su Facebook, Whatsapp, Instagram o Messenger.

Tutti un po’ facciamo parte della storia di Facebook e ci deve far riflettere…

What’s your story?

#whatsyourstory prossimamente su ZeroPixel

Lascia una risposta